Età / Periodo storico

Via Iulia Augusta (il nome è del XIX sec.) è una delle vie romane del Nord-Est più importanti, collegava Aquileia con Zuglio – Iulium Carnicum, il Passo Monte Croce Carnico e Lienz – Aguntum nel Noricum. Questa via grazie anche alla diramazione orientale verso Tarvisio e Virunum, è un asse principale del sistema aquileiense. Lì si svilupparono Gemona e la città di Udine. Sul Passo Monte Croce si trovano solchi del passaggio dei carri sul selciato romano e tre epigrafi risalenti al III e al IV secolo d.C. che riguardano lavori di ripristino o nuova realizzazione di opere stradali verso il Passo.


Stile

La Via Iulia Augusta collega la Drava, il Gail, il But, il Tagliamento, all’ingresso in pianura, presso Tricesimo segue il torrente Torre fino al porto di Aquileia sul Natissa, e da lì via nave alla laguna di Grado e al mare verso Roma, Alessandria, Gerusalemme. Si evidenziano sulla Via resti romani, paleocristiani (ad Aguntum, a Invillino e ad Aquileia) castelli medievali (Gemona, Artegna), cattedrali romanico – gotiche (a Zuglio, Venzone, Gemona, Udine, Aquileia). Sono documentati ospitali medievali sul settore Nord della Via: la testimonianza incerta di un sito dedicato a Santa Elisabetta e poi a Santa Maria ad Nives sul versante nord del Passo, sul versante sud è documentato un romitorio a Timau, oltre a quello di San Nicolò degli Alzeri a Piano d’Arta.


Descrizione

La Via come percorso di cammino è, dopo l’Itinerarium Burdigalense attraverso Aquileia alla volta di Gerusalemme nel 333 d.C., la più antica documentata grazie al racconto di viaggio di Venanzio Fortunato che fu in cammino verso la meta di San Martino a Tours in Gallia intorno al 565 d.C., passando per Osopus, Zuglio, il Passo M. Croce, Aguntum, lungo la Drava, La Val Pusteria, il Brennero, verso Parigi, Tours e Poitiers dove fu vescovo. La Via Iulia fu un’importante via di San Martino, la più antica documentata e nel periodo carolingio uno dei corridoi principali di accesso dalla Gallia all’Adriatico, verso Gerusalemme, dove Carlo Magno fece costruire un ospitale da mille posti letto per i pellegrini europei.


  • Tipologia

    Vie Crucis, Spiritualità ecumenica

  • Via di pellegrinaggio/cammino

    Romea Strata, Via Allemagna Iulia

  • Indirizzo

    Comune di Paluzza

  • GPS

    46°35’42”N, 12°57’18”E

  • Telefono

    +39 377 086 4582


Photo Gallery