Il BHO è il centro educativo regionale per il Tirolo Orientale. È un centro regionale di formazione molto importante facente parte della Diocesi di Innsbruck. Si basa sui valori sociali cristiani e crea opportunità contemporanee di educazione e incontro attraverso la percezione attenta dei bisogni delle persone nella chiesa e nella società. In qualità di istituzione professionale e senza scopo di lucro che agisce sulla base di valori democratici, trasmettiamo valori sociali e offriamo un‘educazione cristiana orientata ai valori per tutti.

Scarica il percorso GPX

PUNTI DI INTERESSE


14 - Santuario Maria Lavant

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

Nel periodo della migrazione, tanti abitanti della città romana di Aguntum si insediarono a circa 2 km a sudest, su quella che oggi è la Lavanter Kirchbichl (collina della chiesa di Lavant), dove si è protetti da tre lati in modo naturale. Le prime costruzioni di chiese nel luogo risalgono al V secolo.

Vai alla scheda

15 - Aguntum

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

Ancora prima della fondazione della città da parte dei romani, l’antico insediamento romano chiamato Aguntum fu popolato, probabilmente dal VI secolo a.C. Intorno all’anno 50 d.C., l‘imperatore Claudio elevò l’insediamento (che faceva parte della provincia romana Norico) a città autonoma con amministrazione indipendente.

Vai alla scheda

16 - Cimitero dei Cosacchi

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

Nelle 28 tombe di questo cimitero venne sepolto un numero sconosciuto di persone, che morirono qui tra il 26 maggio e il 2 giugno 1945. Non si tratta solo di ufficiali e soldati ma anche di donne, bambini e anziani.

Vai alla scheda

17 - Cappella dei Cosacchi

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

I primi progetti per la costruzione di una cappella al Cimitero dei Cosacchi risalgono al 1960, ma solo nel 2015 il sogno divenne realtà grazie alla Croce Nera Austriaca e grazie a donazioni nazionali e internazionali.

Vai alla scheda

18 - Chiesa di Martin Lutero

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

Per molti pellegrini le chiese e le cappelle di Lienz rappresentano suggestivi punti di accesso alla via di pellegrinaggio “Alto e Sacro”. Per i cristiani evangelici questo punto di accesso è la chiesa di Martin Lutero, la chiesa parrocchiale dei cristiani evangelici nel Tirolo Orientale e nell’Alta Carinzia.

Vai alla scheda

19 - Chiesa di San Michele

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

Dal XVI al XVIII secolo.

Vai alla scheda

20 - Via dei Mulini di Maria Luggau

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

La valle della Lesach è stata a lungo considerata la valle dei cento mulini.

Vai alla scheda

21 - Giardino storico del Convento Maria Luggau

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

Riaperto dal 2013.

Vai alla scheda

22 - Basilica e Casa di Spiritualità Maria Luggau

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

Santuario dal 1513.

Vai alla scheda

23 - Collegiata di San Candido

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

Nell’anno 769 d.C. il duca della Baviera Tassilo fondò a San Candido un convento benedettino, per cristianizzare gli slavi che abitarono la Val Pusteria dopo il tramonto dell’impero romano.

Vai alla scheda

24 - Monumento dei protestanti

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

Monumento inaugurato nel 2002 (l’espulsione dei protestanti di Defereggen risale al XVII secolo).

Vai alla scheda

25 - Santuario Madonna della Neve a Obermauern

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

Nel periodo della Guerra dei Trent’anni, la peste dilagò nella valle. Perciò, nel 1635 gli abitanti di Virgen e Prägraten fecero voto di sacrificare ogni anno un ariete e di compiere un pellegrinaggio a Maria Lavant vicino a Lienz.

Vai alla scheda

26 - Chiesa di San Nicola a Matrei (Ganz)

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

La chiesa di San Nicola, con il suo campanile costruito sopra il coro, rappresenta una singolarità architettonica.

Vai alla scheda

27 - Chiesa di San Giorgio

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

La prima menzione documentale risale al 1366, nel XV secolo fu costruito il campanile.

Vai alla scheda

28 - Chiesa parrocchiale di San Vincenzo

Giorni1
Gruppi
DifficoltàFacile

La chiesa di Heiligenblut si trova su un pendio esposto a sud poco al di sotto del centro del paese. Già nel 1271 si avevano notizie di un’antica cappella di San Vincenzo, che nel 1273 venne sostituita da una costruzione più grande.

Vai alla scheda